Mainograz

Pensieri, esplorazioni, ipotesi. Un confine incerto tra personale e professionale.

Paolo Fontana, ospite della settimana 30/2011

Come cambiano le cooperative sociali B?

(Post 2, la vendetta)

Premetto che questo scritto nasce per due motivi:
1. quando Graziano chiede aiuto mi sento moralmente obbligato a rispondere (visto le numerose volte che lui ha risposto a me…);
2. lo studente in questione frequenta il Master che in Euricse organizziamo (sono dunque complice).

La traccia di tesi che propongo potrebbe essere la numero 7 di questa lista e, più o meno, potrebbe intitolarsi “problemi di crescita”.

Mi piacerebbe infatti indagare come la cooperativa ha saputo coniugare, nella sua storia, lo sviluppo dimensionale/produttivo/organizzativo con il mantenimento di una elevata qualità degli inserimenti lavorativi individualizzati. La riflessione parte da due dati di fatto: 1. l’acronimo stesso della cooperativa (ALPI – avviamento al lavoro su progetti individualizzati) e 2. dal territorio in cui opera (il Trentino).

Obiettivo della tesi potrebbe essere indagare come la cooperativa ha saputo trasformare la “piccola dimensione”, che in origine le ha permesso di porre così tanta cura nell’individualizzare i progetti di inserimento, in un progetto imprenditoriale di successo la cui crescita dimensionale (considerevole se raffrontata alle altre B del Trentino) non ha fatto venire meno i principi e i valori fondanti il suo operato. In altre parole:
– La crescita imprenditoriale della cooperativa è stata necessaria, utile o di intralcio agli scopi sociali?
– Quali strategie, quali strumenti e quali scelte hanno permesso alla cooperativa di mantenere il focus centrato non solo “sulla persona sui generis” ma “sulla persona intesa come singolo individuo”?
– Quali le tensioni che si sviluppano nell’anima produttiva e nell’anima sociale della cooperativa?
– Come vengono risolti?
– Grazie all’utilizzo di quali strumenti gestionali o strategici?

E se poi volessimo proprio aspirare alla lode:
– Quali caratteristiche possono rendere ALPI un modello?
– Tale modello è esportabile o ci sono variabili locali (trentine) che la rendono peculiare?
– Quali le sfide di ALPI nell’immediato futuro?
– Come si sta attrezzando la cooperativa per leggere e vincere tali sfide?

Un caro saluto!
Paolo

.

Paolo Fontana
33 anni, laureato in sociologia. Referente per Euricse e Università di Trento del Master GIS – Gestione Imprese Sociali.
Ho recentemente pubblicato un album fotografico dal titolo “Pane, bosco e
prosciutto”. L’opera purtroppo non è disponibile in libreria, ma se venite a trovarmi in Trentino ve la mostro volentieri…

2 comments on “Paolo Fontana, ospite della settimana 30/2011

  1. Pingback: Una tesi sulla qualità « Mainograz

  2. Pingback: Davide Vassallo, ospite della settimana 33/2011 « Mainograz

Dai, lascia un commento ;-)

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Responsabilità 231/2001. Una sfida per la cooperazione sociale

La fatica di scrivere (ebook a 0,99)

Writing Social Lab 2.0 (free ebook)

Le scritture di restituzione (ebook a 1,99)

Formare alla responsabilità sociale (free ebook)

Avvicendamenti (in libreria)

La carta dei servizi (in libreria)

Archives

Mainograz

348 0117845

Mainograz non raccoglie cookies di profilazione

Mainograz è il blog professionale di Graziano Maino, consulente di organizzazioni e network, professionista indipendente (legge 4/2013).

Scopo di questo blog è esprimere il mio punto di vista su questioni che reputo interessanti e discuterne con chi ha piacere di farlo.

Non raccolgo informazioni di profilazione sulle persone che visitano il blog Mainograz.

Tutte le statistiche sulla fruizione del blog Mainograz (ad esempio sulle pagine visitate e sugli argomenti ricercati) mi vengono fornite in forma anonima e aggregata da Wordpress.com.

Anche i commenti possono essere espressi senza dichiarare la propria identità. Mi riservo solo di verificare il contenuto del primo commento, che se accolto, consente poi di commentare liberamente.

Visitors

  • 218,200 visite da dicembre 2009
%d bloggers like this: