Mainograz

Pensieri, esplorazioni, ipotesi. Un confine incerto tra personale e professionale.

Martina Bignami, ospite di Pasqua 2013

Martina Bignami

Martina Bignami

Due anni fa, sempre su questo blog, avevo scritto un post riguardo alla tradizione di mangiare carne d’agnello a Pasqua.

Non mi dilungherò argomentando nuovamente come mai, a mio avviso, il vero significato di questa festività collida con tale pratica (per capire al volo cosa intendo, rimando a un interessante reportage di Animal Amnesty).
Oggi condivido semplicemente la mia variante (senza prodotti di origine animale) della tradizionale ricetta della torta Pasqualina.

Ingredienti

  • 100 g olio EVO
  • 100 g acqua
  • 400 g farina 0
  • 600 g biete
  • 200 g tofu
  • ½ cipolla
  • sale
  • noce moscata

Preparazione

Sciogliete un po’ di sale nell’acqua e, con l’olio, unitela a poco a poco alla farina continuando ad impastare. Quando l’impasto sarà omogeneo, appallottolatelo, ricopritelo con della pellicola e riponetelo in frigorifero per circa un’ora.

Nel frattempo fate soffriggere la cipolla e unitevi le biete (o spinaci o erbette) già lessate in acqua salata e scolate. Una volta pronte, frullatele insieme al tofu e aggiungete sale e noce moscata a piacere.

Trascorsa l’ora in frigorifero, prendete l’impasto e dividetelo in due. Tirate la prima parte in modo da ottenere una sfoglia molto sottile e ponetela in una teglia oleata, aggiungete il ripieno ed infine ricoprite con l’impasto rimanente, anch’esso steso a sfoglia sottile.

Fate cuocere la torta salata in forno a 180°C per circa 30-40 minuti.

Buona Pasqua!
.

.

Martina Bignami
Ho 27 anni, vivo a Lodi e sono laureata in Psicologia dei processi sociali, decisionali e dei comportamenti economici. Sono disoccupata, ma non rimango con le mani in mano. Attualmente, ad esempio, sto producendo cosmetici con ingredienti naturali e bijoux con materiale riciclato. In tempo di crisi, penso che coltivare le proprie passioni sia fondamentale per stare bene… e chissà che non diventi il mio futuro lavoro.

4 comments on “Martina Bignami, ospite di Pasqua 2013

  1. Alessandro
    30 March 2013

    Ci siamo proprio dimenticati la parola “sacrificio”.. ora non è altro che un insieme di lettere..

  2. stefano delbene
    30 March 2013

    http://palermo.repubblica.it/cronaca/2013/03/30/news/migranti_morti-55623573/?ref=HREC2-2
    questo per ricordarci che non sono solo gli agnellini ad essere sacrificati alla nostra Pasqua ….

    • Mainograz
      30 March 2013

      Vero Stefano.
      In origine il sacrificio era una rinuncia e una restituzione (un dono alla divinità).
      Adesso ‘sacrificio’ ha tutto un altro senso: sfruttamento, distruzione, spreco.
      Mah.

      Non è sempre facile trovare i segni di speranza.
      Buona Pasqua.
      Graziano;-/

  3. Maria Teresa Paladino
    30 March 2013

    Cara Martina (…Amèlie ;-)), ce ne fossero di giovani come te che prendono le difese di quei poveri piccini (agnelli). Io personalmente evito di mangiare qualsiasi cucciolo (vitello, agnello,capretto ecc.ecc.), e di carne ne mangio e cucino pochissima e solo quella proveniente da luoghi vicini e rispettosi degli animali. Grazie per la tua ricetta. Ti faccio tantissimi auguri di Pasqua e che tu possa realizzare quanto desideri nella tua vita.
    Maria Teresa

Dai, lascia un commento ;-)

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on 30 March 2013 by in Ospiti and tagged , .

Responsabilità 231/2001. Una sfida per la cooperazione sociale

La fatica di scrivere (ebook a 0,99)

Writing Social Lab 2.0 (free ebook)

Le scritture di restituzione (ebook a 1,99)

Formare alla responsabilità sociale (free ebook)

Avvicendamenti (in libreria)

La carta dei servizi (in libreria)

Archives

Mainograz

348 0117845

Mainograz non raccoglie cookies di profilazione

Mainograz è il blog professionale di Graziano Maino, consulente di organizzazioni e network, professionista indipendente (legge 4/2013).

Scopo di questo blog è esprimere il mio punto di vista su questioni che reputo interessanti e discuterne con chi ha piacere di farlo.

Non raccolgo informazioni di profilazione sulle persone che visitano il blog Mainograz.

Tutte le statistiche sulla fruizione del blog Mainograz (ad esempio sulle pagine visitate e sugli argomenti ricercati) mi vengono fornite in forma anonima e aggregata da Wordpress.com.

Anche i commenti possono essere espressi senza dichiarare la propria identità. Mi riservo solo di verificare il contenuto del primo commento, che se accolto, consente poi di commentare liberamente.

Visitors

  • 201,539 visite da dicembre 2009
%d bloggers like this: