Mainograz

Pensieri, esplorazioni, ipotesi. Un confine incerto tra personale e professionale.

Proposta: OpenLab di territorio sui Social Network

29 marzo 2015 122907 CEST

Questa è una proposta di laboratorio alla quale, in Pares e con altri partner, stiamo lavorando.
La presento per raccogliere osservazioni, per metterla alla prova.

L’idea è di proporre a microimprenditori diversi, per storie, culture, interessi, di impegnarsi insieme sulla conoscenza dei Social Network, sulle loro potenzialità (sui loro limiti, invadenze, fastidiosità), sulle modalità per farne un uso furbo, saggio e utile, sulle competenze necessarie per farsi notare (senza farsi odiare), sulle tecniche per strappare un sorriso, farsi leggere, conquistare un ‘mi piace’, farsi ricordare e farsi apprezzare.

Ecco dunque la proposta di un OpenLab sui Social rivolto a commercianti, microimprese, associazioni sportive e organizzazioni nonprofit con l’idea di non solo di mettere a disposizione competenze pratiche operative ma di confrontare i saperi pratici, di condividere know-how (e questioni, domande, idee, competenze, trucchi, prospettive).

Un OpenLab impegnativo, compatto, divertente e rapido (due venerdì pomeriggio, o tre sabati mattina, o quattro serate in settimana, la formula è da decidere di volta in volta).

Si dirà che di Facebook, di Twitter, di Instagram e di Pinterest sappiamo già tutto.
Forse è vero, forse no.
Resta il fatto che ci sono molti modi di stare sui Social, di usarli, di comunicare, di rompere o di promuoversi.
Modi diversi, che identificano.
Modi collaborativi, che producono effetti sistemici.
Modi strategici, che ci portano verso obiettivi ricercati.
Modi petulanti, inefficaci, se non controproducenti.

Lo si è capito, non ci guida (solo) la passione per le nuove tecnologie, abbiamo voglia di sperimentare, di fare ricerca-intervento, di connettere, strumentare e promuovere organizzazioni e territori, con approcci self-empowrment e self-sponsor. Abbiamo voglia di fare meglio, più criticamente, più consapevolmente, più efficacemente.
Abbiamo voglia di comunicare piacevolmente.

PS

Comunicare non è un fatto individuale.
Comunicare è un’occasione di marketing territoriale.

Dai, lascia un commento ;-)

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Responsabilità 231/2001. Una sfida per la cooperazione sociale

La fatica di scrivere (ebook a 0,99)

Writing Social Lab 2.0 (free ebook)

Le scritture di restituzione (ebook a 1,99)

Formare alla responsabilità sociale (free ebook)

Avvicendamenti (in libreria)

La carta dei servizi (in libreria)

Archives

Mainograz

348 0117845

Mainograz non raccoglie cookies di profilazione

Mainograz è il blog professionale di Graziano Maino, consulente di organizzazioni e network, professionista indipendente (legge 4/2013).

Scopo di questo blog è esprimere il mio punto di vista su questioni che reputo interessanti e discuterne con chi ha piacere di farlo.

Non raccolgo informazioni di profilazione sulle persone che visitano il blog Mainograz.

Tutte le statistiche sulla fruizione del blog Mainograz (ad esempio sulle pagine visitate e sugli argomenti ricercati) mi vengono fornite in forma anonima e aggregata da Wordpress.com.

Anche i commenti possono essere espressi senza dichiarare la propria identità. Mi riservo solo di verificare il contenuto del primo commento, che se accolto, consente poi di commentare liberamente.

Visitors

  • 211,975 visite da dicembre 2009
%d bloggers like this: