Mainograz

Pensieri, esplorazioni, ipotesi. Un confine incerto tra personale e professionale.

Comitato unico di garanzia (CUG)

IMG_1952

Il Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni è stato introdotto nelle amministrazioni pubbliche dall’articolo 21 della legge 183/2010.

I Comitati unici di garanzia sostituiscono i Comitati per le pari opportunità ed i Comitati paritetici sul fenomeno del mobbing, unificando le loro competenze in un unico organismo anche per evitare il rischio di sovrapposizioni e interferenze. I Cug sono chiamati a lavorare in continuità con le linee progettuali degli organismi preesistenti nell’ambito di programmi finanziabili che sviluppino azioni positive (senza nuovi e maggiori oneri).

Nel marzo 2011, il ministro per la Pubblica amministrazione e l’innovazione ed il ministro per le Pari opportunità, con una Direttiva specifica hanno definito i criteri di composizione e le linee guida di funzionamento dei Comitati unici di garanzia.

Il Comitato unico di garanzia è un organismo paritetico, composto da rappresentati designati dalle organizzazioni sindacali più rappresentative nella specifica amministrazione e dallo stesso numero di rappresentanti dell’amministrazione, assicurando la presenza paritaria di entrambi i generi e di personale dirigente e non dirigente. All’amministrazione spetta il compito di designare la figure che presiede il Comitato unico di garanzia. I/le componenti dei Cug restano in carica quattro anni e possono essere rinnovati una sola volta.

Il Comitato unico di garanzia deve contribuire a:

  • assicurare parità e pari opportunità rispetto al genere, all’età, alla provenienza, agli orientamenti personali, alle eventuali condizioni di disabilità nell’accesso, nel trattamento e nelle condizioni di lavoro, nella formazione professionale, nelle promozioni e nella sicurezza sul lavoro.
  • ottimizzare la produttività delle attività svolte dalle amministrazioni pubbliche;
  • migliorare l’efficienza dei servizi, degli interventi e delle prestazioni realizzati dai chi lavora nella amministrazione pubblica;
  • offrire opportunità di formazione e di sviluppo professionale;
  • promuovere benessere organizzativo e convivenza al lavoro;
  • tutelare ed evitare forme di discriminazione, di violenza morale o di coercizione psicologica verso e tra i lavoratori e le lavoratrici;
  • agire per contrastare il fenomeno del mobbing, offrendo consulenza e verificando le condizioni di lavoro, riassumendo le competenze in precedenza affidate ai Comitati per le pari opportunità.

Insomma il lavoro deve essere rispettato, le condizioni di lavoro curate, la professionalità promossa affinché le organizzazioni pubbliche offrano servizi di qualità in grado di rispondere alle esigenze e ai problemi dei/le cittadini/e.

One comment on “Comitato unico di garanzia (CUG)

  1. Mainograz
    24 June 2013

    L’ha ribloggato su Conciliazione pluralee ha commentato:

    Quali strumenti per i Comitati unici di garanzia? Come rendere efficaci organismi che hanno il compito di migliorare le condizioni di lavoro nelle amministrazioni pubbliche?

Dai, lascia un commento ;-)

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Responsabilità 231/2001. Una sfida per la cooperazione sociale

La fatica di scrivere (ebook a 0,99)

Writing Social Lab 2.0 (free ebook)

Le scritture di restituzione (ebook a 1,99)

Formare alla responsabilità sociale (free ebook)

Avvicendamenti (in libreria)

La carta dei servizi (in libreria)

Archives

Mainograz

Mainograz non raccoglie cookies di profilazione

Mainograz è il blog professionale di Graziano Maino, consulente di organizzazioni e network, professionista indipendente (legge 4/2013).

Scopo di questo blog è esprimere il mio punto di vista su questioni che reputo interessanti e discuterne con chi ha piacere di farlo.

Non raccolgo informazioni di profilazione sulle persone che visitano il blog Mainograz.

Tutte le statistiche sulla fruizione del blog Mainograz (ad esempio sulle pagine visitate e sugli argomenti ricercati) mi vengono fornite in forma anonima e aggregata da Wordpress.com.

Anche i commenti possono essere espressi senza dichiarare la propria identità. Mi riservo solo di verificare il contenuto del primo commento, che se accolto, consente poi di commentare liberamente.

Visitors

  • 227,924 visite da dicembre 2009
%d bloggers like this: