Mainograz

Pensieri, esplorazioni, ipotesi. Un confine incerto tra personale e professionale.

Innovazione e formazione (format up to 30)

Ana Salvador, “Disegnare con… Pablo Picasso”, Edizioni Il Castoro, 2007.

Un format per ragionare di innovazione

1. Introduzione

Qualche settimana fa avevamo chiesto aiuto nel trovare film che offrissero spunti per ragionare di innovazione (Inno-film… abbiamo bisogno di un piccolo aiuto). Sulla base delle indicazioni ricevute abbiamo messo a punto un format per discutere di innovazione nelle organizzazioni sociali, e con questo post vorremmo:

  • Socializzare ciò che abbiamo progettato e realizzato.
  • Presentare la struttura di una giornata formativa sull’innovazione.
  • Condividere spunti e idee sul tema.
  • Rilanciare la discussione.
  • Promuovere una proposta formativa (per chi fosse interessato).

2. Gli obiettivi

Questo format sull’innovazione richiede una giornata di lavoro ed è strutturato per coinvolgere una trentina di persone. Questi i risultati che si intendono raggiungere:

  • Riconsiderare le concezioni di innovazione in circolo nell’organizzazione, promuovendo il confronto fra i punti di vista e le esperienze dei partecipanti.
  • Consentire alle persone di entrare in contatto con le proprie rappresentazioni e il proprio modo di vedere le questione che investono l’innovazione.
  • Valutare gli approcci disponibili per affrontare le sollecitazioni a innovare, tenendo conto delle condizioni organizzative, dell’ambiente in cui l’organizzazione opera e – più in generale – del momento storico.
  • Sviluppare ipotesi e proposte a partire dalle quali continuare a lavorare sul tema.

3. Struttura del format

> Apertura

Come vuole il galateo della formazione, la giornata si apre con le presentazioni dei convenuti e della proposta di lavoro (c’è un margine per precisare insieme l’incontro). Segue una rapida introduzione al tema.

> Una prima attività pratica

Ai partecipanti viene proposta un’attività dapprima individuale e poi di gruppo servendosi di OPERA una tecnica di conduzione per esplorare le concezioni e le esperienze d’innovazione attraversate nel proprio percorso professionale. L’obiettivo di questa attività è di provare a rispondere cosa intendiamo per innovazione a livello di servizio, di organizzazione, di spazio di azione, e nella sfera socio-culturale?

In sintesi… Nei servizi  Dentro l’organizzazione  Negli intorni relazionali e nelle reti Innovazioni sociali
Rappresentazioni dell’innovazione   […]  […]  […]  […]

La tecnica prevede un momento conclusivo per dare forma ai contributi prodotti e per discutere le idee che vengono suscitate.

> Due clip (è quasi ora di pranzo)

Di formazione si discute tanto. Le idee a disposizione sono moltissime. Può valere la pena confrontarsi con altri punti di vista. Per questo proponiamo due clip…

  • Book. L’innovazione dipende dalla capacità di valorizzare aspetti che sembrano perdere di appeal, dalla capacità di esprimere gli elementi di qualità, dallo sguardo ironico (ma non svalutante) verso le innovazioni che si presentano come trasformative, dal lavoro di risignificazione della propria esperienza e del proprio modo di porsi nei confronti della realtà. E da tanti altri aspetti che il brevissimo filmato suscita.
  • Proludic [Proludic (UK); Proludic (FR)]. Breve presentazione dell’area ricerca e sviluppo in un’impresa che produce area gioco attrezzate per comunità. La progettazione è un’attività strutturata sulla quale l’organizzazione investe risorse. L’attenzione viene sollecitata dall’osservazione della natura e dai comportamenti ludici dei fruitori. Ma questi non sono gli unici spunti. Il filmato può anche essere rivisto con un atteggiamento critico…

> Pausa pranzo:-)

> Un’altra clip (è sabato e non è facile riprendere)

29 modi per essere creativi. Questo filmato è minimalista e per questo favorisce il confronto. Lancia svariati spunti, da declinare nei contesti. In generale le clip divertono, alleggeriscono, possono essere guardate e riguardate con un atteggiamento critico e fanno discutere. Considerando che ciascun filmato coglie un particolare aspetto dell’innovazione non è ozioso confrontarsi in plenaria, ascoltare le differenti reazioni, osservare come gli elementi presentati vengono ricondotti alla propria realtà organizzativa. A questo punto è possibile passare ad un secondo momento di lavoro guidato.

> Una seconda attività pratica

A questo punto abbiamo nuovamente proposto OPERA. Questa volta per identificare approcci e immaginare azioni o percorsi praticabili nei servizi, nell’organizzazione, negli spazi di collaborazione e più in generale a livello sociale.

Contesto

Domanda

Nei servizi  Dentro l’organizzazione  Negli intorni relazionali e nelle reti Innovazioni sociali
Quali azioni per promuovere innovazione?   […]  […]  […]  […]

> Prospettive

La formazione si conclude con la proiezione di un’ultima clip e con una discussione sulle attività realizzate nell’intera giornata. La clip Come nascono le buone idee rimette in campo la questione dell’approccio organizzativo all’innovazione: innovazione come salto o innovazione incrementale? Suggerendo che una certa dose di pazienza attiva e di perseveranza curiosa sono essenziali.

4. Tempi

Una giornata (quasi) intera. Appuntamento alle 09:00. Abbiamo iniziato alle 09:30. Prima dell’una abbiamo interrotto per il pranzo (sono arrivati dei panini e delle pizze). Abbiamo ripreso per le due. Alle 16:30 abbiamo concluso. Nonostante fosse sabato e ce la siamo cavata agevolmente.

5. A chi ci rivolgiamo?

Il format è pensato per consentire a una trentina di persone di confrontarsi sul tema dell’innovazione. Ci rivolgiamo a organizzazioni sociali che vogliano coinvolgere in un’unica giornata formativa operatori, figure di coordinamento e di direzione.

6. Conduzione

La facilitazione è affidata a un formatore. Se serve sono disponibili slides per sintetizzare, cammin facendo, alcuni concetti. Altre nascono dalle idee e dalla discussione. E di solito le inviamo insieme ai post che abbiamo pubblicato sul tema.

About Maino&Omodei

Dai, lascia un commento ;-)

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Responsabilità 231/2001. Una sfida per la cooperazione sociale

La fatica di scrivere (ebook a 0,99)

Writing Social Lab 2.0 (free ebook)

Le scritture di restituzione (ebook a 1,99)

Formare alla responsabilità sociale (free ebook)

Avvicendamenti (in libreria)

La carta dei servizi (in libreria)

Archives

Mainograz

348 0117845

Mainograz non raccoglie cookies di profilazione

Mainograz è il blog professionale di Graziano Maino, consulente di organizzazioni e network, professionista indipendente (legge 4/2013).

Scopo di questo blog è esprimere il mio punto di vista su questioni che reputo interessanti e discuterne con chi ha piacere di farlo.

Non raccolgo informazioni di profilazione sulle persone che visitano il blog Mainograz.

Tutte le statistiche sulla fruizione del blog Mainograz (ad esempio sulle pagine visitate e sugli argomenti ricercati) mi vengono fornite in forma anonima e aggregata da Wordpress.com.

Anche i commenti possono essere espressi senza dichiarare la propria identità. Mi riservo solo di verificare il contenuto del primo commento, che se accolto, consente poi di commentare liberamente.

Visitors

  • 211,971 visite da dicembre 2009
%d bloggers like this: